sabato 30 ottobre 2010

Acqua tonica di Hechima (Luffa)


Hechima (in Italia conosciuta come luffa) è una pianta di cui non si butta niente (come il maiale ^-^)
E' una pianta rampicante annuale. In primavera basterà seminare alcuni semi contenuti nella grande zucca per dar vita a nuove piantine.

Sia le zucche giovani che i suoi fiori sono commestibili. In Giappone viene usata principalmente nella parte sud dell'isola di Kyushu e nelle isole di Okinawa, si mangia in tenpura, bollita, alla griglia e nelle zuppe con miso.
Io non l'ho mai mangiata, la proverò l'anno prossimo ^-^!

A noi, della pianta, interessa la spugna che si ricava dalle zucche essiccate (mi dispiace ma non ho ancora la foto della spugna, sta essiccando e serve del tempo. La si può vedere qui) ed il liquido che sgorga dai rametti recisi che viene incanalato nelle bottiglie che raccoglieranno la preziosa linfa. La bottiglia della foto sottostante si è riempita in 24 ore circa.

Da questo liquido, mescolato con alcuni ingredienti, si ricava un'ottima acqua tonica home made.
Su ja.wikipedia/org c'è scritto che il liquido è un ottimo medicamento per tosse, eruzioni cutanee, screpolature, scottature ma anche un diuretico naturale per i gonfiori. Dato che come medicamento non contiene conservanti (il liquido viene solo bollito, filtrato e tenuto in frigo), è facilmente deperibile.

Invece per avere l'acqua tonica di Hechima serve:

1.200 ml di acqua di Hechima
120 ml di etanolo
60 ml di glicerina
6 gr di boro
7 gocce di essenza (noi essenza di lavanda)

Riscaldare a 37°C l'acqua di Hechima e mescolare bene con gli altri ingredienti.
Travasare in bottiglie ben sterilizzate e tenere in frigo. Si conserva per oltre 1 anno.

Ne abbiamo fatta una bella scorta.

10 commenti:

  1. Interessante! io conosco solo la luffa acutangula che uso come fosse una zucchina e l'altra varieta' che forse e' quella che stai mostrando tu pensavo non si potesse mangiare, ma servisse solo per la spugna. Ne ho ricevute due da un'amica giapponese ma non le ho ancora usate. Ciao!

    RispondiElimina
  2. che meraviglia Anna!
    I tuoi post sono sempre interessanti!
    Ti mando un grosso bacione e grazie ancora per le belle cose che ci fai vedere!

    RispondiElimina
  3. Questa è proprio una vera curiosità, non ne conoscevo l'esistenza, anzi a primo impatto sembrava il mio cetriolo gigante che si era arrampicato sulle vigna
    molto interessante l'utilizzo ..... chissà se riesco a trovare qualche seme in primavera
    ciao e grazie
    Smack Manu

    RispondiElimina
  4. @Chamki
    quella di cui parli tu è di sicuro commestibile, è più piccola e la superficie non è liscia ma ha dei solchi. Questa non l'ho mai vista.
    Sul sito giapponese parla di Luffa cylindrica, che è questa che avevamo nel nostro giardino.
    All'inizio la spugna è un poco ruvida, ma pulisce bene la pelle.
    Man mano che si usa, si ammorbidisce.
    Si può usare anche per i lavori domestici, ma essendo un prodotto naturale, mi sembra sprecato questo uso.
    Baci!!!


    @Mela
    Grazie della visita, sei sempre molto gentile.
    Scusa se ne approfitto ma...
    Potresti ringraziare chi di dovere per aver tolto la notifica messaggio, per favore?
    Almeno così si può dare un taglio netto con il vecchio.
    Non avrei dovuto dimenticare che "ogni mondo è paese"
    Scusa se sono andata fuori tema.
    Un abbraccio!


    @Manu
    Infatti, dalla foto sembra un grosso cetriolo o una grande zucchina, ma al naturale si capisce che è tutta un'altra cosa.
    Per i semi, se vengo io in primavera, te li porto, altrimenti te li spedisco.
    Baci, baci!

    RispondiElimina
  5. E' vero che c'è sempre da imparare!
    Non sapevo dell'esistenza di questa pianta e dei suoi usi.
    Cresce soltanto nelle basse altitudini?fammi sapere.
    Baci,baci,Raffa

    RispondiElimina
  6. Anna, ti ho risposto via mail.
    Un bacio, Mela

    RispondiElimina
  7. Sei una ricchissima fonte di informazioni!
    grazie

    RispondiElimina
  8. @Raffaella
    Non penso che ci siano problemi di altitudini, ma penso che serva il caldo estivo per far crescere la pianta.
    Se vuoi, ti posso mandare dei semi così l'anno prossimo avrai anche tu hechima!
    Baci!

    @Mela
    Grazie Mela!
    Baci!

    @Fabipasticcio
    Grazie carissima, è tutto merito della natura!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. sono passata quando hai postato quest'articolo e ho cercato di capire la luffa.. non la conosco o almeno nn con questo nome! molto interessante cmq questa bevanda!farebbe davvero comodo averla in casa!

    RispondiElimina
  10. Vickyart,
    se non sbaglio si trova anche in Italia.
    Come si ricava la bevanda non lo so con esattezza, lo riporta solo il sito giapponese come notizia, non dice molto.
    Ciao cara!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive. Arigatou-gozaimasu!

Amici Blogger

Quanti mi vedono

  • Pensieri:
  • Incontri:

-Tempo in Giappone-
Pagine

*** Home ***




Registra il tuo sito nei motori di ricerca Aggregatore Il Bloggatore - Cucina Classifica blog di cucina e ricette Ricette di cucina Top blogs di ricette

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione