domenica 28 giugno 2009

Animaletti panosi per i ragazzi dei vicini


Venerdì avevamo gli operai in casa ed ho dovuto chiedere ai vicini di casa di tenere, nel loro giardino, Flora (la nostra cagnetta).
Volevo sdebitarmi in qualche modo ed ho pensato di regalare ai loro ragazzi ( i vicini sono 2 nonni + 2 genitori con 2 figli maschi di 14 e 9 anni) del pane dolce un poco bizzarro.
Tempo fa avevo fatto i maialini e ne avevo dati 3 per i ragazzi, la nonna continuava sempre a dire che erano piaciuti moltissimo, ecc, ecc.

Ieri ho fatto i rinfreschi di li.co.li. ed il poolish, e stamane ho fatto l'impasto ed il procedimento identico a questo.


Queste sono delle conchiglie ripiene di noci, con occhi fatti di uva passa e bocca con buccia d'arancia

I maialini sono uguali a quelli fatti tempo fa, ripieni di nutella ed occhi di mirtilli.

I cobra spolverati con zucchero semolato, occhi di uva sultanina e bocca di cioccolato fondente.

Quando li ho portati c'erano il piccolo e la nonna, il ragazzo ha afferrato la busta con gli animaletti e non li faceva vedere bene alla nonna.

Per gli adulti ho fatto e regalato del semplice pane.

Spero con questo di essermi sdebitata quel tanto che basta.

venerdì 26 giugno 2009

Anch'io ho l'orticello come i reali ed i presidenti!


C'è un fazzoletto di terra nel lato ovest del nostro giardino che è stato sempre territorio mio.
Sin da quando siamo venuti qui, mio suocero mi ha detto che potevo metterci quello che volevo

E' qui che ho piantato il rametto di menta che almeno 15 anni fa mi sono portato dall'Italia.
A distanza di tanti anni è diventata una pianta che fa a gomitate con le altre per il predominio del terreno. Nella foto grande è quell'ammasso verde in fondo, dopo le piante di pomodoro.
C'è da tener presente che ieri ho sradicato le erbacce ed anche molti rami di menta, altrimenti sarebbe stata ancora più grande.
Sempre nella foto grande, poco prima, sulla sinistra, c'è una piccola e deboluccia piantina di carciofi, chissà se l'anno prossimo me ne farà mangiare qualcuno.

Proiezione opposta
Sulla destra, in fondo, ci sono due grosse piante di ficodindia, me le ha date mio cugino tanti anni fa.
Dato che le due piante sono proprio sul confine della nostra proprietà e che il terreno del vicino è 2 metri sottoposto al nostro, non posso farle crescere liberamente, sono costretta a sfoltire le pale senza rimpianti.
Nella foto grande, in primo piano ci sono due filari di pomodori, quest'anno mi sono ritrovata senza semi di pomodoro da seminare. In primavera mi sono ricordata di avere dei pomodori secchi con i semi ancora attaccati, li ho raschiati con un coltellino, lavati e seminati in un vaso, queste sono le piante messe a dimora. Ci sono già un sacco di fiorellini che preannunciano una buona raccolta di San Marzano. Quel grosso ammasso dietro, invece, sono alcune piante di pomodoro comprate in un vivaio.

Ed oltre, fuori visto, c'è una pianta immensa di rucola selvatica, anche questa ho dovuto sfoltire, non mi lasciava spazio per i pomodori.

Ecco l'ammasso da vicino con i grappoli belli rigogliosi.
Subito sotto, del prezzemolo che avevo seminato un po' distante e che è voluto spuntare sotto le piante di pomodoro, forse voleva stare al fresco!

Questi sono i pomodori che spiavano nella foto grande precedente.
Erano dolci e succosi, li abbiamo mangiato come contorno.


Nell'orticello c'è anche un albero d'ulivo ed uno di fichi con i fioroni in fase di maturazione.
Ai loro piedi ci sono due bidoni per la composta fatta con rifiuti umidi, facciamo il concime organico dagli scarti alimentari.

E dulcis in fundo, le erbe aromatiche. Sono nei vasi, sotto l'albero del kaki che sta nel giardino.

Anch'io come la signora Obama o come la regina Elisabetta mi posso vantare di avere un piccolo orticello personale con prodotti a Km zero (^.^)

domenica 21 giugno 2009

Lezione di cucina del 15 giugno 2009


A causa dei miei problemi al polso sinistro il 18 maggio scorso ho dovuto cancellare la lezione che ogni terzo lunedì del mese faccio a Kokura, in provincia di Fukuoka.

E finalmente, anche se non completamente ristabilito, il 15 giugno '09 dalle 13:30 alle 16:30 abbiamo fatto l'unica lezione mensile di cucina italiana.
Oggi eravamo in 13, un maschietto (un medico in semi-pensione) e 12 femminucce

Menu
- Linguine con salsa di capperi ed olive
- Fagottini di pollo con ripieno
- Sfogliatelle dolci


Linguine con salsa di capperi ed olive

400 gr di linguine
1 scatola di pomodori
2 cucchiai di olio evo
1/6 di cipolla
20 olive circa
3-4 foglie di basilico
1 cucchiaio di capperi sotto sale
1 peperoncino
sale, pepe bianco qb

Soffriggere la cipolla affettata nell'olio evo, unire i pomodori, il peperoncino ed il basilico e far cuocere a fuoco lento.
Aggiungere le olive snocciolate ed i capperi e far insaporire per 2-3 minuti, aggiustare di sale.
Cuocere le linguine, scolarle al dente e farle saltare nel sughetto.
Impiattare e spolverizzare sopra del pepe bianco


Fagottini di pollo con ripieno

una fette di pollo
1 cucchiaino di ricotta
1/2 cucchiaino di parmigiano
poco uovo
sale, noce moscato e pepe qb
olio evo, aglio e basilico qb
vino bianco
brodo vegetale

Mescolare ricotta, parmigiano, basilico tritato, uovo, sale e noce moscato.
Schiacciare con il batticarne il pollo (petto o filetto) salare e pepare. Mettere al centro un poco del ripieno ed avvolgere le fette e fermarle con uno stuzzicadenti.
Soffriggere i fagottini in una padella con olio evo ed aglio, girarli da tutti i lati per farli cuocere bene. Aggiungere un poco di brodo vegetale, mettere il coperchio e far cuocere per 5-6 minuti.
Quando la salsa si è ristretta, togliere i fagottini e versare nella pentola del vino bianco, tenere sul fuoco per 1-2 e versare questa salsina sui fagottini


Sfogliatelle dolci

200 gr di burro tagliato a cubelli e congelato
200 gr di farina
100 gr di acqua ghiacciata
zucchero granurale qb

Per la sfoglia veloce (vedere la ricetta nel forum "gennarino.org")
Frullare nel robot con le lame, il burro, la farina e l'acqua ghiacciata.
Mettere sul piano lavoro e fare dei giri a tre, fino a quando il burro non si sia amalgamato bene.
Avvolgere in pellicola alimentare e tenere il panetto in frigo almeno 30 minuti.
Spolverizzare di zucchero il piano lavoro e stendere la sfoglia ad uno spessore di 0,5 cm circa.
Tagliare dei bastoncini da 5 cm x 1,5 cm, appoggiarli distanziati sulla teglia ricoperta da carta forno e far cuocere a 190C per 15-20 minuti


Nel mio giardino cresce rigogliosamente la rucola selvatica, ne ho portata un bel po' per i partecipanti alla lezione.
Una parte l'abbiamo mangiata con altre verdure ed il resto se la sono portata a casa.
Tra le foto sottostanti, la prima a sinistra mostra le signore che si dividono il bottino (la rucola)

Ho portato del pane fatto con li.co.li., manitoba e semola rimacinata per poter gustare insieme al formaggio quark che avevo fatto il giorno prima. Logicamente tutti hanno voluto sapere come si fa il formaggio quark.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°Carrellata di foto°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


La signora che 2 mesi fa ha preparato il pane con la pasta madre, mi ha portato questa fetta di pane a forma di gufo..... che carino!!!!!!!!!!!!!!
Lei, in altra sede, frequenta la lezione di pane!

Anche questa volta ci siamo divertiti moltissimo.

mercoledì 3 giugno 2009

Acqua tonica per il viso, da vecchi appunti di mia suocera


Per caso sono venuti fuori questi appunti di mia suocera che risalgono al 1998-1999 in cui si evince come farsi home made dell'acqua tonica per il viso, anche se non è specificato per quali tipi di pelle.
Certamente ci sono tanti blog che trattano questi argomenti, uno per tutti "I petali di rosa" della cara Caty, ma anche blog specialistici come "Cosmetici fai da te" dove si può apprendere quest'arte.
Noi, io e mio marito, incuriositi dagli appunti della mamma, ci siamo messi alla ricerca degli ingredienti e l'abbiamo realizzata come, forse, faceva lei. Non resta che aspettare 2 mesi per provare la nostra acqua tonica.

Questo è quanto ha scritto Caty nel suo blog:
Ieri ho letto una bella ricetta antirughe da preparare in casa, ripescata da vecchi "appunti della nonna" della cara Anna nel suo blog Anna solo Anna, a base di aloe, scorze di limone e glicerina e alcool. Credo proprio che valga la pena di provarla.
Infatti:
  • l'aloe è idratante e rinfrescante, infatti se ne consiglia l'uso come doposole perchè allevia anche le scottature;
  • la glicerina è la base grassa che serve a trattenere l'acqua per non far seccare la pelle. Non bisogna però usarne in eccesso per non ostruire i pori;
  • le bucce di limone servono a estrarne l'olio essenziale attraverso l'alcool. Infatti come dice il sito lillanatura, l'essenza di limone possiede proprietà schiarenti, citofilattiche, sgrassanti e depurative. È utile in caso di pelle acneica, impura, con macchie cutanee e rughe.



Dagli appunti di mia suocera:

14 maggio 1998
- Buccia di 4 limoni grandi
- 4 foglie grandi di aloe
- 750 ml di Shochu (va bene qualsiasi alcol a 25 gradi)
- 100 ml di glicerina

Far macerare per 2 mesi, filtrare ed imbottigliare.


Ne abbiamo preparato 1/4 per prova.
Secondo mio marito questa acqua tonica, dato la presenza delle foglie di aloe, servirà per idratare la pelle del viso.
Secondo me, data la presenza del limone, servirà come astringente per pelli grasse.
Se qualcuno ci può aiutare a capire a cosa serve, gliene saremo grati.


Sbucciare in continuo i limoni, togliere le spine alle foglie di aloe e tagliarle a 2 cm di distanza


Unire in un vaso la buccia di limone, le foglie di aloe, la glicerina e l'alcol a 25 gradi.

E poi aspettare, aspettare, aspettare!!!


Dopo due mesi circa l'ho filtrato ed imbottigliato. Adesso è pronto per essere usato.

Considerazioni a distanza di tempo:
Mio marito usa questa lozione per ammorbidirsi la pelle dopo essersi rasato.
La trova così buona che a distanza di un anno mi accingo a rifarla.

Amici Blogger

Quanti mi vedono

  • Pensieri:
  • Incontri:

-Tempo in Giappone-
Pagine

*** Home ***




Registra il tuo sito nei motori di ricerca Aggregatore Il Bloggatore - Cucina Classifica blog di cucina e ricette Ricette di cucina Top blogs di ricette

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione