giovedì 29 dicembre 2011

Lezione di cucina del 19 dicembre 2011

Come ogni terzo lunedì del mese, anche il 19 dicembre 2011 in 14, io con 11 donne e 2 uomini, ci siamo ritrovati a Kokura, in provincia di Fukuoka, per il nostro solito appuntamento con la cucina casalinga italiana.
Io sono arrivata alle 12:00 per iniziare i preparativi, c'è sempre tanto da fare. La lezione è cominciata alle 13:30 e si è protratta sino alle 16:30
Stiamo cercando di realizzare ricette regionali, anche se non sempre le attrezzature e gli ingredienti sono i più idonei. Le quantità sono per 6 persone.


Menù
- Bigoli gratinati
- Condiglione (insalata ligure)
- Roccoccò di Natale


Bigoli gratinati
  • 180 gr di semola rimacinata
  • sale, pepe e noce moscata
  • acqua calda
  • 100 gr di manzo macinato
  • 1 cucchiaio di carota e uno di cipolla grattugiati
  • 200 gr di pomodoro
  • vino bianco ed olio evo 
  • 2 foglie di alloro
  • farina 
  • latte, parmigiano, cipolla grattugiata
Fare la fontana con la semola e mettere dentro sale, pepe e acqua calda. Impastare, fare una palla e lasciar riposare per 10 minuti, coperto a campana.
Prendere piccoli pezzi dell’impasto e, strofinandoli con le mani, fare i bigoli sottili e lunghi 10~15 cm circa.
Soffriggere nell'olio il manzo macinata con la cipolla e la carota grattugiate, sfumare col vino bianco ed unire i pomodori. Aggiungere sale ed alloro e portare a cottura. Far restringere l’acqua di cottura del ragù e tenere da parte.
Mettere 2 cucchiai di olio evo in una pentola, unire un po' di farina e fare tostare, aggiungere 1 cucchiaio di cipolla grattugiata e dopo alcuni minuti il latte tiepido, il sale e la noce moscata. Fare addensare la bechamelle. Mescolare con una frusta e mettere da parte.
Bollire i bigoli in acqua bollente salata, scolarli e mescolarli al ragù e alla bechamelle, aggiungere un poco di parmigliano grattugiato. Mettere in una teglia da forno, spolverare sopra un po’ di parmigiano e far cuocere in forno a 180°C per 20 minuti circa.

Condiglione (insalata ligure)
  • 6 fette di pane
  • 2 pomodori
  • 1 peperone
  • 1 cetriolo
  • 12 olive snocciolate
  • 1/2 cipolla
  • 6 filetti di acciughesottolio
  • basilico e insalata verde qb
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • 1 uovo sodo
  • aglio, sale
Strofinare leggermente le fette di pane con l'aglio, inzupparle velocemente in acqua e aceto e metterle nel piatto.

Pulire ed affettare tutte le verdure, metterle a strati sul pane ed unire l’acciuga, le olive e una fetta di uovo sodo. Condire con olio, aceto e sale. Per ultimo, alcune foglie di basilico. Preparare questo piatto 10~15 minuti prima di mangiare.

Roccoccò di Natale
  • 120 gr di farina 00
  • 80 gr di zucchero alla vaniglia
  • 50 gr di mandorle tostate
  • 1 cucchiaio di arancia candita a cubetti
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci 
  • cannella e garofano in polvere 
  • scorza d'arancia grattugiata
  • acqua se necessario
Sbattere l’uovo e metterne da parte un cucchiaio. Mescolare farina e zucchero e lievito per dolci, unire l’arancia candita a pezzetti, un cucchiaino di cannella e garofano e uno di scorza d’arancia grattugiata e l’uovo sbattuto. Fare un impasto abbastanza sodo, se necessario aggiungendo poca acqua.
Unire per ultime le mandorle, mescolare bene e far riposare l'impasto per un’ora circa.
Dividere l’impasto in 6 pezzi e formare delle ciambelline. Disporle sulla teglia coperta da carta forno e schiacciarle leggermente con la mano.
Spennellarne la superficie con l’uovo sbattuto tenuto da parte. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 20/25 minuti circa. Sfornarle appena prendono un bel colorito biondo scuro.

Alcune signore hanno portato del tè in foglie, un miscuglio di foglie e fiori molto profumato, preparato proprio per Natale. E' stato molto apprezzato con i roccoccò.

**********************************************************************************************************************
Ed è ora di mangiare e poi rassettare!

Come sempre ci siamo divertiti moltissimo ed abbiamo mangiato di gusto. Ci si ritrova insieme il 16 gennaio per preparare la bagna cauda, le pizzette ed i cantucci.

mercoledì 23 novembre 2011

Lezione di cucina del 21 novembre 2011


Per il nostro solito appuntamento mensile con la cucina casalinga italiana, anche lunedì 21 novembre 2011 in 12, io con 9 donne e 2 uomini, ci siamo ritrovati a Kokura, in provincia di Fukuoka.
Io sono arrivata alle 12:00 per iniziare i preparativi, c'è sempre tanto da fare. La lezione è cominciata alle 13:30 e si è protratta sino alle 16:00

Stiamo cercando di realizzare ricette regionali, anche se non sempre le attrezzature e gli ingredienti sono i più idonei. Le quantità sono per 6 persone.


Menù
- Spaghetti al tonno sott'olio
- Sformato di cavolo e patate
- Fiadoni


Spaghetti al tonno sott'olio

400 gr di spaghetti
100 gr di tonno sott'olio
4~5 filetti di acciughe
una manciata di olive verdi
olio evo aromatizzato al peperoncino
1 spicchio d'aglio
prezzemolo
1/4 di bicchiere di vino bianco

Soffriggere l'aglio nell'olio aromatizzato, aggiungere il tonno sgocciolato, le acciughe, le olive e far insaporire qualche minuto senza salare.

In acqua bollente salata cuocere gli spaghetti al dente, prenderli con il forchettone e trasferirli nella padella senza scolarli molto, mescolare, aggiustare di sale ed aggiungere il vino bianco.
Impiattare e spolverare del prezzemolo spezzettato con le mani, ed è pronto.


Sformato di cavolo e patate

200 gr di cavolo
180 gr di patata
170 cc di latte
30 gr di burro
15 gr di farina
2 cucchiai di parmigiano
salvia ed aglio
sale e pepe

Lavare accuratamente il cavolo e versarci sopra dell'acqua bollente, lasciare nell'acqua bollente per 5 minuti circa, scolare e strizzare, asciugare con un canovaccio.
Mettere in infusione nel latte la salvia e l'aglio.
Preparare la besciamella con 20 gr di burro, farina e latte alla salvia ed aglio, sale e pepe.
Bollire le patate e schiacciarle, mescolarle con 10 gr di burro, sale e pepe ed un cucchiaio di parmigiano.
Tagliare il cavolo a listarelle e mescolare con la besciamella e il restante parmigiano, aggiustare di sale, versare in una teglia da forno imburrata.
Coprire con le patate schiacciate, con un cucchiaio fare degli incavi sulla superficie.
Infornare a 180°C per 30~40 minuti. Mangiare dopo 10 minuti perché l'interno e troppo caldo.


Fiadoni

Per l'impasto (per 20 piccoli fiadoni circa)
80 gr di farina
mezzo uovo
1 cucchiaio di olio evo
1/2 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di latte
1 cucchiaino di lievito istantaneo
sale qb
Per il ripieno
mezzo uovo
35 gr di formaggio stagionato
15 gr di parmigiano
20 gr di pancetta
1/2 cucchiaino di lievito istantaneo
alcune foglioline di origano fresco
sale e noce moscato

Amalgamare gli ingredienti dell'impasto, regolando la quantità del latte, sino a fare un impasto morbido ma non attaccaticcio. Coprire con una ciotola capovolta e tenere da parte. Nel frattempo amalgamare gli ingredienti del ripieno.

Stendere l'impasto, abbastanza sottilmente, con la macchina della pasta. Con un coppapasta, tagliare tanti dischetti, appoggiare dentro una pallina di ripieno e chiudere in due la sfoglia, inumidire con l'acqua i bordi e pressare, formando dei ravioli.


Rifilare con la taglierina dentata, fare una piccola incisione sulla pancia e far cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 10 minuti circa.

**********************************************************************************************************************
Per impiattere, la collaborazione è totale. Si divide tutto equamente, sino all'ultimo filo di spaghetto.



**********************************************************************************************************************
Ed è ora di mangiare e poi rassettare!



Quest'ultimo è il tavolo dove mi siedo io, come sempre ;-)
Anche oggi abbiamo mangiato molto e ci siamo divertiti tantissimo.

venerdì 28 ottobre 2011

Lezione di cucina del 17 ottobre 2011


Come facciamo ogni terzo lunedì del mese, anche il 17 ottobre 2011 abbiamo fatto la lezione mensile di cucina casalinga italiana a Kokura, in provincia di Fukuoka.
I preparativi, come al solito, sono iniziati alle 12:50. La lezione è cominciata alle 13:30 ed è finita verso le 16:30. Eravamo 10 donne e 2 uomini.
Questo mese sono molto impegnata, per questo pubblico il resoconto della lezione con molto ritardo.


Stiamo cercando di realizzare ricette regionali, anche se non sempre le attrezzature e gli ingredienti sono i più idonei. Le quantità sono per 6 persone.

Menù
- Penne ai 4 formaggi
- Rambasicci (involtini di verza)
- Lingue di gatto
- Insalata verde

Penne ai 4 formaggi

400 gr di penne rigate
200 ml di latte
50 ml di panna
100 gr di formaggi vari (gorgonzola, parmigiano, pecorino, ricotta)
sale e pepe nero
erbe aromatiche a piacere

Far bollire l'acqua e mettere a cuocere le penne. In una padella versare il latte, la panna e tutti i formaggi a pezzi o grattugiati, farli sciogliere, salare e pepare.
Scolare le penne al dente e mescolare alla salsa di formaggi. Far insaporire ed impiattare subito.
Aggiungere alcune foglie di erbe e del pepe nero appena macinato. Mangiare subito per apprezzare a pieno il gusto dei formaggi.


Rambasicci (involtini di verza)

300 gr di macinato misto (manzo e maiale)
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di pangrattato
foglie di verza o spinaci
1 cipolla piccola
brodo vegetale
olio evo e burro
aglio, paprika
sale e pepe

Scottare con dell'acqua bollente le foglie di verza o di spinaci, scolarle ed asciugarle bene.
In una ciotola unire carne, 1 cucchiaio di pangrattato, uno spicchio d'aglio grattugiato, sale e poca paprika e mescolare bene.

In ogni foglia di verza o di spinaci (noi abbiamo usato foglie di spinaci e di cavolo) mettere una pallina di carne ed avvolgere bene, se necessario chiudere con uno stuzzicadenti.

In una padella soffriggere la cipolla affettata con 2 cucchiai di olio e 20 gr di burro, unire gli involtini e farli rosolare da tutti i lati, unire il brodo vegetale poco per volta. Far cuocere per 10 minuti a fuoco medio. Impiattare gli involtini con un poco del loro sughetto, spolverare un poco di parmigiano e un cucchiaio di pangrattato mescolati.
Si possono anche gratinare in forno a 180°C per 10~15 minuti.


Lingue di gatto

200 gr di farina
50 gr di burro
40 gr di strutto
60 gr di zucchero vanigliato
1 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di aroma arancia
1 uovo

Mescolare la farina con il burro tagliato a quadretti e lo strutto e sfarinare tra le mani. Unire lo zucchero, il lievito, l'aroma arancia e per ultimo l'uovo. Compattare il tutto, formare un blocco arrotondato lungo 12~15 cm ed avvolgere in pellicola per alimenti. Tenere in freezer per 2~3 ore.

Tagliare delle fette da 1,5 cm ed allinearle in una teglia coperta da carta forno. Far cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 10 minuti circa, capovolgerli e far cuocere per alcuni minuti sino a doratura.


Insalata verde

Verdure varie condite con crema di aceto balsamico con olio evo e sale.

**********************************************************************************************************************
Ed è ora di mangiare e poi rassettare!

Quest'ultimo è il tavolo dove mi siedo io, ma ero occupata a fare foto, per questo non mi si vede ;-)
Anche oggi abbiamo mangiato molto e ci siamo divertiti tantissimo.

sabato 17 settembre 2011

Lezione di cucina del 12 settembre 2011


Generalmente ogni terzo lunedì del mese facciamo la lezione mensile di cucina casalinga italiana a Kokura, in provincia di Fukuoka. Ma quest'ultimo trimestre, dato che tutti i terzi lunedì erano festivi, le abbiamo fatte il secondo lunedì. Questo mese è stata il 12 settembre.

I preparativi sono iniziati alle 12:15. La lezione è cominciata alle 13:30 ed è finita verso le 16:00.
Eravamo 9 donne e 2 uomini.

Stiamo cercando di realizzare ricette regionali, anche se non sempre le attrezzature e gli ingredienti sono i più idonei. Le quantità sono per 6 persone.

Menù
- Gnocchi alla romana
- Straccetti, balsamico e parmigiano
- Torta salata con zucchine e pinoli


Gnocchi alla romana

per gli gnocchi
latte 500 ml
semola di grano duro 125
1 turlo
10 gr di burro
sale, noce moscata
50 gr di parmigiano grattugiato

per la bechamelle
latte 250 ml
burro 25 gr
farina 25 gr
sale, noce moscata, cipolla grattugiata
parmigiano per gratinare

Far bollire il latte con sale e noce moscata, versare a pioggia la semola e mescolare in continuazione. Diminuire la fiamma e mescolare energicamente fintanto che il composto non si stacca dalla pentola.

Togliere dal fuoco, far intiepidire ed aggiungere il tuorlo, parmigiano e burro. Aggiustato di sale.
Travasare il composto in una teglia ricoperta da carta forno bagnata e ben strizzata e livellare ed assottigliare con le mani bagnate.
Tagliare con il tagliapizze in quadretti da 2cm di lato ed allineare un poco sovrapposti in una teglia con carta forno.
Preparare la bechamelle: sciogliere il burro ed unire la farina e fare tostare, aggiungere la cipolla grattugiata e dopo alcuni minuti il latte tiepido, il sale e la noce moscata. Fare addensare.
Coprire gli gnocchi con la bechamelle, cospargere con parmigiano e far cuocere in forno a 200°C per 10 minuti circa.


Straccetti, balsamico e parmigiano

300 gr di manzo sottile
aceto balsamico di Modena
2 cucchiai di olio evo
1 spicchio d'aglio
3 foglie d'alloro
parmigiano, sale
rucola o lattuga

Tagliare il manzo a strisce. In una padella far soffriggere l'aglio e poi toglierlo, aggiungere l'alloro ed il manzo e salare.
Quando la carne è cotta da tutti i lati, versare sopra 2 cucchiai di aceto balsamico.
Lavare la rucola o la lattuga, farla sgocciolare e disporla in un piatto grande, al centro mettere la carne e sopra alcune scaglie di parmigiano.
Condire con dell'aceto balsamico ed un poco d'olio evo.


Torta salata con zucchine e pinoli

Per la frolla
100 gr di farina
45 gr di burro
1/2 uovo
acqua fredda se necessario
un pizzico di sale
Per il ripieno
1 zucchina
1/2 cipolla rossa piccola
1 cucchiaio di olio evo
2 fette di pancetta
sale e pepe
1 uovo, sale e pepe
1 cucchiaino di parmigiano
pinoli, formaggio filante

In una ciotola preparare la frolla: unire farina, sale, burro morbidi a pezzetti e compattare. Aggiungere l'uovo, l'acqua fredda se necessario, e fare una palla. Mettere in frigo.
Per il ripieno: affettare la cipolla e farla appassire in una padella con olio evo.
Tagliare la zucchina a fette sottili, unirle alla cipolla e far rosolare, pepare e salare.

Stendere la frolla e metterla in una teglia coperta da carta forno, mettere dentro le zucchine, alcuni pezzi di pancetta, il formaggio filante e distribuirci sopra l'uovo sbattuto con parmigiano, sale e pepe. Cospargere i pinoli ed infornare a 160°C per 30 minuti circa.
Aggiungere ancora qualche fettina di pancetta e reinfornare per altri 5 minuti.



Siamo quasi pronti per mangiare, tiriamo fuori i piatti, le posate ed i bicchieri, una bella lavata ed asciugata ed è pronto per impiattare tutto quello che abbiamo preparato.
La torta salata l'abbiamo prima fatta raffreddare un poco prima di fare le porzioni perché tendeva a sbriciolarsi.
Questa volta ho dimenticato di fare le foto mentre mangiavamo, eravamo tutti occupati a gustarci i buoni piatti.


Non resta che sparecchiare, lavare le stoviglie e mettere a posto la sala.
Anche questa volta è stato apprezzato tutto e ci siamo divertiti come sempre

Amici Blogger

Quanti mi vedono

  • Pensieri:
  • Incontri:

-Tempo in Giappone-
Pagine

*** Home ***




Registra il tuo sito nei motori di ricerca Aggregatore Il Bloggatore - Cucina Classifica blog di cucina e ricette Ricette di cucina Top blogs di ricette

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione